Sulla rilettura di “AQVA (Non ci sarà la morte)” di Filippo Melis

Circolo16

Aqua mater alma,
matrigno abbraccio.
Alito mortale e
miseria annunciata.
Montanare Cassandra
inascoltata.
Filippo Melis

Parto dalla domanda che Chiara (CiEmme) ha lasciato sotto la conversazione con Filippo Melis pubblicata qualche tempo fa per Circolo16:

…perché il Vajont? Che cosa ti ha attirato verso quella strage piuttosto che altre? Lo chiedo perché il Vajont attira sempre tanto anche me. Ma nel mio caso credo sia perché sono nata in un paese con la diga e perché passando sotto la diga del Vajont da bambina rimasi impressionata…

A questo proposito, mi permetto di creare un collegamento ed estrapolare la risposta direttamente dalle pagine della seconda raccolta di poesie di Filippo Melis pubblicata nel 2015, AQVA (Non ci sarà la morte):

Nell’aprile del 2009 ho visto in televisione a Girona, città della Catalogna in cui risiedo, la versione in spagnolo del bel film di Renzo Martinelli “Vajont: la diga…

View original post 919 more words

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s