UNA POESIA PER LA SERA di Natale Pace e Dora Levano

Circolo16

NANASH WANASH

pelasgi per nanash

(Foto da Signoraggio.it)

IL SANGUE

Ho visto il Guerriero cadere sui ginocchi
sporca di sangue la sua lama affilata
sassi di neve precipitavano dalla luna pallida
intorno la pianura brulicava di corpi smembrati.

Tremano ancora le mie mani
macchiata di morte la sua armatura un tempo scintillante d’oro
le braccia alzate dei feriti pronti a morire chiedevano perdono
puzzava di cadaveri l’infinito prato un tempo cosparso di colori.

Ho visto il Guerriero cadere sui ginocchi nel sangue dei fratelli
lasciava andare nel terreno lo scudo ormai inutile
troppo gelide le sue lacrime pentite
non potevano scivolare da quel viso dipinto dal terrore.

Un cuore che teme la notte batte nel mio petto
i guerrieri che non sono eroi non leggono le mie parole
non ascoltano il canto che sorvola la mia anima
il peccato li consuma e rende inutile la loro vita.

Ho visto un guerriero antico piangere…

View original post 332 more words

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s