Umani

La dura verità è che non serve nulla. Non servono parole, appelli, scioperi, manifestazioni, campagne di sensibilizzazione né dibattiti.  Purtroppo, non servono azioni di solidarietà, e non servono neppure i nostri blog intrisi di sensibilità, dove si incontrano anime buone, pieni di parole soavi, sfoghi, osservazioni lucide o folli, urla zittite. Non servono i libri, non…

Riflessioni rubate da un blog

Mi risveglio con la voglia di riprendere una certa attività su questo piccolo spazio virtuale, non perché io mi sia distanziata dalla letteratura (non mi abbandonerebbe per nessun motivo), ma poiché mi manca liberarmi dei pensieri che si affollano nella mente di lettrice, e ultimamente ne ho accumulati parecchi. Mentre cerco di raccogliere gli appunti degli…

Le parole dell’altro nel romanzo “The Moor’s Account” di Laila Lalami

  […] what am I doing here in this strange land, in the middle of the battle between two foreign people? Sebbene il fine della narrativa non sia quello di presentare un fedele resoconto della realtà, essendoci di mezzo la fantasia e l’abilità degli scrittori che mescolano fatti documentati ad elementi di fittizi, essa mette…

Immagini, raffigurazioni, stereotipi e feste di Natale

Ci sono cose che entrano nell’immaginario collettivo secondo  dinamiche di diffusione più o meno complesse, secondo gradi di importanza o di impatto sulle comunità,  più o meno dipendenti dai sistemi di comunicazione e da chi li gestisce. Così, il Natale è una di quelle feste piene di tradizioni, simboli e simbologie pagane, cristiane o di altra provenienza, che…

L’Inferno secondo Pasolini e la riscrittura dei Classici

Noi lettori appassionati non possiamo permetterci di ignorare del tutto i cosiddetti Classici della letteratura. Di tanto in tanto, per quanto i nostri gusti possano essere diversi e spaziare attraverso i generi più vari, sentiamo quasi il dovere di afferrare uno dei libri della sezione Classici e leggerlo (o rileggerlo), affinché possa essere incluso nel nostro patrimonio…

Voci dall’Italia capoverdiana e gli incontri nelle librerie dell’usato: Jorge Canifa Alves

Nonostante l’inconfondibile odore della stampa fresca ed il piacere del nuovo e dell’esclusivo, non ho mai sottovaluto i negozi di libri usati, poiché sono dei luoghi in cui si possono fare degli inaspettati ed interessanti incontri letterari. Questo perché il più delle volte si tratta di raccolte di libri e di donazioni dalle più svariate provenienze (più o meno…

Giugno 2015: prigionieri politici dell’Angola. Artisti uniti per una questione di libertà e di dignità.

Oggi ho deciso di utilizzare questo piccolo spazio personale per divulgare (certo, per quanto limitata sia la forza divulgatrice di questo spazio) un video che sta circolando negli ultimi tempi attraverso alcuni social network, che intende lanciare un messaggio di libertà e rispetto delle diversità, ed è la risposta ad alcuni avvenimenti politici che stanno agitando l’Angola dei…

Scrivere su Translature, riflessioni notturne

Premessa di Marialtranslature: In origine il testo che segue avrebbe dovuto essere una sorta di premessa al post che pubblicherò di seguito, tuttavia, ho cominciato a buttare giù alcuni pensieri che mi si affollavano nella testa, anziché tenerli segregati. Ne sono venuti fuori alcuni paragrafi che, successivamente, ho deciso di pubblicare separatamente. Mi rendo conto…